Abruzzo Film Commission al lavoro

Febbo, lanciare regione come set cinematografico internazionale

(ANSA) - PESCARA, 21 LUG - Sono più di quanti si possa immaginare gli italoamericani di origine abruzzese che orbitano nella galassia hollywoodiana e, più in generale, nel Nord America nel campo della cinematografia, un elemento su cui la Regione Abruzzo, tramite il Dipartimento Turismo, Cultura e Paesaggio, vuole puntare per creare il Board Americano dell'Abruzzo Film Commission. L'obiettivo è promuovere al meglio l'immagine della regione come set cinematografico ideale per le grandi produzioni americane, appoggiandosi a personaggi quali l'ex presidente dello studio Hollywood Paramount, Len Grossi, o la produttrice Angela Page. D'altronde anche in passato l'Abruzzo è stato scelto per i favolosi scorci che il territorio può offrire, basti citare 'La strada' di Federico Fellini, con scene girate nel 1954 a Rocca di Mezzo (L'Aquila), e 'Lo chiamavano Trinità' del 1970, girato in parte a Campo Imperatore; più recenti il set della serie tv "The New Pope" allestito da Paolo Sorrentino a Caramanico Terme (Pescara) e la "Lectura Ovidii" di Davide Cavuti, tra Sulmona (L'Aquila), Atri (Teramo) e Ortona (Chieti). "Si tratta di un'occasione importante da cogliere - commenta l'assessore regionale al Turismo, Mauro Febbo - vista l'incredibile coincidenza di talenti abruzzesi o di origine abruzzese che operano in America nel campo della cinematografia, anche in ruoli dirigenziali di grande prestigio, che si sono già dichiarati disponibili a collaborare all'iniziativa. La nascita del Board Americano dell'Abruzzo film Commission rappresenta un'opportunità di visibilità e ulteriore crescita dell'Abruzzo Film Commission come fattore di sviluppo economico, promozione turistica e valorizzazione delle professionalità abruzzesi".
    Febbo ha incontrato a Pescara, in Regione, il giornalista Dom Serafini, originario di Giulianova (Teramo), trapiantato a New York, direttore della rivista 'Video Age International', e con il direttore della rivista 'Cinema & Video', Paolo Di Maira, anch'egli abruzzese di origine. All'incontro erano presenti anche il direttore del Dipartimento Turismo, Cultura e Paesaggio della Regione Francesco Di Filippo e il funzionario regionale Donato Silveri. L'iniziativa dovrebbe essere ufficializzata nel prossimo novembre, durante l'American Film Market (Afm) di Hollywood, principale evento cinematografico e televisivo del nord America che attira tutta l'industria audiovisiva mondiale.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere