Europa più piovosa alla fine dell'ultima era glaciale

Studio consorzio atenei, fino a 2000 mm in più in alcune aree

Redazione ANSA FIRENZE
(ANSA) - FIRENZE, 25 GEN - Il clima in Europa alla fine dell'ultima era glaciale era in molte regioni più piovoso di oggi, tanto che in alcune aree del Mediterraneo cadevano fino a 1000-2000 mm di pioggia all'anno in più rispetto ai nostri tempi. E' quanto emerge da uno studio pubblicato su Science Advances condotto da un consorzio di università ed enti di ricerca fra cui Aberdeen (capofila), Pisa, Manchester, Londra, Amsterdam, Zurigo, Bergen. La scoperta, spiega l'Ateneo pisano, "rovescia le attuali convinzioni, sinora si riteneva che il clima" allora "fosse generalmente più arido, e migliora sensibilmente i modelli predittivi sul clima grazie anche ad una maggiore comprensione dell'importanza della corrente a getto polare (un vento molto veloce di alta quota) per il clima di quel periodo".

"Per l'Europa si tratta della prima ricostruzione quantitativa delle precipitazioni avvenute durante lo Younger Dryas, cioè il periodo di rapido raffreddamento del clima avvenuto circa 12.000 anni fa - spiega Adriano Ribolini, docente del dipartimento di scienze della terra di Pisa -. Oggi abbiamo segnali che la corrente a getto polare potrebbe cambiare con il riscaldamento del clima, probabilmente spostandosi verso nord e diventando più intermittente. Questo potrebbe portare a più eventi estremi, a esempio ondate di caldo in estate e una maggiore frequenza di tempeste e alluvioni in inverno". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie