Industria auto Gb, da Covid e Brexit possibile catastrofe

Dati SMMT, produzione gennaio-settembre è già calata del 32%

Redazione ANSA ROMA

Covid e Brexit potrebbero creare una situazione catastrofica in Gran Bretagna se il mercato automobilistico interno non dovesse riprendere entro fine anno e, soprattutto, se il Governo dovesse arrivare ad una applicazione della Brexit senza accordi adeguati con la Ue. A preoccuparsi maggiormente è l'industria del settore in Gb, che ha chiuso i primi nove mesi - secondo i dati della Society of Motor Manufacturers and Traders (SMMT) - con 632mila veicoli prodotti, cioè il 32% in meno rispetto allo stesso periodo del 2019. Il calo dell'export più sensibile (-30%) ha riguardato i veicoli diretti verso gli Stati Uniti, mentre quelle per la Ue sono diminuite del 35%. Settembre è il mese più debole per la produzione in 25 anni con le esportazioni diminuite di quasi il 10%. E se i negoziati sull'auspicato patto commerciale con l'UE per il post Brexit dovessero fallire, l' entrata in vigore dei dazi, metterebbe a dura prova le esportazioni e ridurrebbe significativamente la competitività delle auto britanniche. ''In considerazione della produzione già critica - ha detto Mike Hawes, che guida la SMMT - una Brexit senza accordo sarebbe catastrofica per l'industria, i suoi dipendenti e le famiglie''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie