BMW RnineT, per 2021 si rinnova la famiglia

Novità sulla dotazione ma anche sul motore più potente

Redazione ANSA MILANO

La famiglia R Nine T di Bmw si allarga e si rinnova per il 2021. Nuove funzioni standard, rifinitura del design e ancora più potenza di trazione, è la ricetta scelta da Bmw Motorrad per rinvigorire la gamma delle 'nude' che per il prossimo anno avrà nuove vesti nelle varie declinazioni, comprese le Pure, le Scrambler e le Urban G/S. Se dal suo lancio nel 2013, la R Nine T ha rappresentato qualcosa in più di una roadster basata su un archetipi classici ma rivisti in chiave moderna, nel tempo ha intrapreso varie strade attraverso il mondo BMW Motorrad Heritage: dalla R nineT Urban G/S come enduro con i geni della leggendaria R 80 G/S del 1980, fino alla R nineT Scrambler come omaggio a questo caratteristico genere motociclistico, passando per la R nineT Pure come roadster che esalta l'essenzialità della motocicletta.

Anche per il prossimo anno, resta la costante imprescindibile del motore boxe, secondo i requisiti EU-5 con nuove teste dei cilindri, coppia ancora maggiore e design ottimizzato. Per l'uso nei nuovi modelli R nineT, il motore boxer è stato sottoposto sia a messa a punto tecnica che visiva ed è ora progettato per soddisfare i requisiti della omologazione EU-5. La sua potenza di picco è ora 80 kW (109 CV) a 7250 rpm (precedentemente 81 kW (110 CV) a 7750 rpm), mentre la coppia massima è ancora 116 Nm a 6000 rpm.

Le teste dei cilindri di nuova progettazione offrono una transizione più armoniosa dalle alette di raffreddamento esterne a quelle interne, e componenti dei corpi farfallati e i coperchi della testa del cilindro di nuova progettazione ora conferiscono alla moto un fascino estetico ancora maggiore. All'interno delle teste dei cilindri c'è un nuovo sistema di turbolenza che gira la miscela per garantire una combustione ancora migliore e più pulita e una maggiore coppia. Grazie ad una curva di potenza e coppia ancora più corposa, soprattutto nell'intervallo tra i 4000 e i 6000 rpm, la curva di erogazione della coppia motrice è infatti sensibilmente migliore rispetto a quella della gamma precedente. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie