Dall'estratto delle foglie di agave una speranza contro l'osteosarcoma

Nei test in vitro inibisce la vitalità delle cellule tumorali

Redazione ANSA ROMA

L'estratto di foglie di agave ha un effetto antitumorale e nelle cellule di osteosarcoma si è dimostrato come l'Agave inibisca la loro vitalità e migrazione inducendo la morte cellulare. Lo dimostra uno studio condotto dai ricercatori dell'Istituto Nazionale Tumori Regina Elena di Roma, recentemente pubblicato sulla rivista scientifica Cancer Letters, sugli effetti antitumorali dell'estratto di foglie di Agave nelle cellule affette da osteosarcoma. La ricerca è stata condotta su cellule di osteosarcoma umane in vitro.

I risultati, affermano i ricercatori, "suggeriscono la possibilità di utilizzare l'Agave nel trattamento dell'osteosarcoma in associazione ai presidi chemio e radioterapici convenzionali e potenzialmente anche nei pazienti che hanno sviluppato ricaduta di malattia".

Lo studio è finanziato dall'Associazione Aurora Tomaselli ed i risultati saranno presentati in occasione del Convegno 'Agave: Squarci di Luce' che si terrà il 27 marzo nella Sala della Protomoteca in Campidoglio. L'osteosarcoma è il tipo più aggressivo di tumore solido primario che si sviluppa nelle ossa, rappresenta il 20% dei tumori maligni dell'osso ed è un tumore raro (lo contraggono 3 persone su 1 milione per anno).

L'Associazione Aurora Tomaselli Ricerca e Prevenzione, fondata nel 2010 a seguito della scomparsa prematura della piccola Aurora Tomaselli per complicanze relative ad un osteosarcoma, si occupa di ricerca e prevenzione dei tumori, con particolare riferimento all'osteosarcoma.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA