Prima web tv bimbi per corretti stili vita in tempo di Covid

'Dammi il 5' dal 9/6 con consulenza Bambino Gesù e diabetologi

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 05 GIU - Nasce 'Dammi il 5, i colori della salute'. E' la prima web tv per bambini dedicata ai corretti stili di vita in tempo di Covid. La piattaforma partirà il 9 giugno con programmazione quotidiana, dalle 14 alle 17. Nel palinsesto studiato per l'età 5-10 anni, 5 supereroi insegneranno sana alimentazione e lotta alla sedentarietà, tra giochi e intrattenimento, rispondendo ai dubbi dei più piccoli sulla pandemia. Protagonisti i cinque colori della salute che prenderanno la forma di altrettanti supereroi, i Di5, ciascuno con il suo potere del benessere. La piattaforma https://dammiil5.tv/, presentata oggi in una conferenza stampa virtuale alla presenza del viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri, nasce con il contributo dell'Unione Europea, il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, la consulenza scientifica dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma e della Società di Diabetologia. È un progetto di Matigroup e di Intermedia per la Comunicazione integrata, con la collaborazione dell'associazione Pancrazio, costituita da studenti universitari, soprattutto di Medicina.
    "Siamo tutti a casa - afferma Massimo Andreoni, virologo del Policlinico Tor Vergata e Direttore scientifico della Società Italiana di Malattie infettive - non soltanto perché le scuole sono chiuse, ma anche per una chiamata al senso di responsabilità collettiva. Con 'Dammi il 5' cercheremo di trovare il buono di questo rinascimento tecnologico e digitale, sfruttandolo per raccontare tutto ciò che i più piccoli vogliono e devono sapere sul Covid-19. Che cos'è il coronavirus? Perché non possiamo andare a scuola? Cosa dobbiamo fare per non ammalarci? Sono tante le domande che i bambini si pongono. Hanno bisogno di spiegazioni scientifiche, oneste e chiare, bisogna solo trovare le parole per dirlo. Ci riusciremo con questa sorta di scuola virtuale che alla scuola però non ha l'ambizione di sostituirsi, ma solo di affiancarsi".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA