Itinerari Mediterranei nuova frontiera turismo in Sardegna

Da via del Mare a via dei Nuraghi, luoghi iconici dell'Isola

Redazione ANSA CAGLIARI

(ANSA) - CAGLIARI, 15 DIC - Itinerari Mediterranei, ovvero l'ultima frontiera del turismo in Sardegna: percorsi che connettono luoghi accomunati da fatti storici e tradizioni consolidate, elementi naturalistici, produzioni artigianali ed enogastronomiche, valori archeologici. Le strade da esplorare sono molteplici e in grado di richiamare altrettante caratteristiche iconiche dell'Isola: la via del Mare, la via dei Giganti, la via del Mirto, la via del Surf, la via delle Fate, la via dei Nuraghi, la via delle Piante Officinali, la via dei Formaggi, la via dei Pozzi Sacri, e molti altri ancora. Alcuni percorsi già esistono, altri aspettano solo di essere riconosciuti e promossi.
    Ed è in quest'ultima direzione che s'incanala la proposta di legge del Movimento 5 stelle - primo firmatario il consigliere regionale Roberto Li Gioi - con l'obiettivo di disciplinare e valorizzare questi sentieri concettuali. In che modo? Innanzitutto individuandoli in relazione al filo conduttore tematico (culturale, religioso, storico, naturalistico, ambientale, enogastronomico, sportivo) sul quale si intende puntare. Il progetto di costituzione e gestione della strada prescelta sarà presentato alla Regione da un Comitato promotore di cui possono far parte imprese, organizzazioni, associazioni, soggetti pubblici o privati.
    L'itinerario dovrà essere identificato da un logo regionale "cornice" e da un logo identificativo che sia graficamente in armonia con quello regionale. Entro sessanta giorni dal riconoscimento dell'Itinerario Mediterraneo, il Comitato promotore si trasforma in Comitato di gestione che si occuperà, tra le altre cose, della campagna di informazione per valorizzare il sentiero e di presentare le domande di contributo. I finanziamenti saranno concessi fino al 40% dell'investimento totale e per un massimo di q40 mila euro per la realizzazione di impianti segnaletici, info point, punti espositivi, di degustazione e di commercializzazione. La copertura finanziaria è di sei milioni di euro.
    "Gli Itinerari Mediterranei sono una sorta di filo immaginario - spiega Li Gioi - e costituiscono un valido strumento per la valorizzazione dei territori della nostra Isola. Presento questa proposta con l'auspicio che, terminato questo difficile periodo, il settore del turismo possa tornare ad essere il più grande volano economico della nostra Regione" (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie