Carnevale di Viareggio, su un carro Draghi e Conte con le valigie

Vendita biglietti in linea con anni scorsi

Redazione ANSA VIAREGGIO

VIAREGGIO - Non mancherà Mario Draghi, ma anche Giuseppe Conte, rappresentato con le valigie in mano, sui carri del Carnevale di Viareggio che quest'anno sfileranno, a causa dell'emergenza Covid, nei week end dal 18 settembre al 9 ottobre. Il nuovo premier sarà tra i protagonisti del carro 'Europa Fest'. "E' rappresentata una grande festa di tutta l'Europa per la fine della pandemia e della crisi economica - spiega la sua ideatrice Marzia Etna -. Il carro era attuale ora a febbraio e lo sarà anche a settembre, verrà aggiunto Conte con le valigette e anche la figura di Mario Draghi".

"Il Carnevale è solo rimandato a settembre ottobre. Abbiamo chiamato questa edizione 'Il Carnevale universale', perché vogliamo virtualmente abbracciare tutti i carnevali del mondo che non potranno svolgersi a causa della pandemia - spiega Monica Guidi del cda della Fondazione Carnevale -. E' iniziata la prevendita dei biglietti cumulativi ed è in linea con gli altri anni perché c'è voglia di partecipare e potersi divertire. Speriamo a settembre di essere usciti dal grosso di questa pandemia. Le file in maniera ordinata e discreta per acquistare i biglietti ci dicono che i cittadini di Viareggio e non solo hanno voglia di tornare alla normalità".

A sfilare ci sarà anche 'Vita', carro ideato da Roberto Vannucci. "E' un carro di speranza basato sui sentimenti: amore, paura, gioia e dolore - spiega lo stesso Vannucci -. Cambia colore in base al sentimento e vuol essere un inno alla vita in questo momento difficile".

Tra i protagonisti dei corsi mascherati anche il carro di Franco Malfatti, artista recentemente scomparso in maniera improvvisa, che fu vincitore di due edizioni del Carnevale viareggino. I colleghi carristi si stanno occupando di portare a termine il lavoro da lui iniziato: "Riusciremo a finire il carro di Malfatti - dice il carrista Jacopo Allegrucci -, in tanti abbiamo dato una mano, è una cosa dovuta da parte di tutti. Siamo a buon punto e stiamo finendo il lavoro". 

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie