COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale PRIMA PAGINA ITALIA

Accademia Il Mondo delle Intolleranze.

Un percorso formativo a 360 gradi per una ristorazione specializzata con tecniche di ristoranti stellati.

PRIMA PAGINA ITALIA

Una squadra di super chef capitanata da Tiziana Colombo, alias Nonna Paperina, propone corsi di cucina per cuochi e appassionati, sempre nel rispetto delle intolleranze alimentari.

Tutti ai fornelli per ricette gourmet senza glutine, lattosio e a basso contenuto di nichel per far star meglio le persone.

video di presentazione de Il Mondo delle Intolleranze

In Italia sono in aumento i casi di celiachia, intolleranza al lattosio e al nichel. Chi è intollerante ha bisogno di ricette dedicate e il mondo della ristorazione fatica ad accogliere queste persone. A Basiano, a pochi chilometri da Milano, l’Accademia Il Mondo delle Intolleranze  propone corsi di cucina per inventare piatti saporiti e menù sofisticati per cuochi amatoriali e professionisti. Questa scuola di cucina sui generis è parte integrante di una realtà più ampia, quella dell’associazione omonima Il Mondo delle Intolleranze, fondata nel 2012 anche da Tiziana Colombo, food specialist nota come Nonna Paperina dal nome del suo blog. 

Ma chi sono i celebri chef de Il Mondo delle Intolleranze? Danilo Angè, Marco Scaglione, Luca Montersino e Salvatore Vitale, per citarne solo alcuni.  Organizzano corsi di cucina sia per cuochi amatoriali che per i professionisti. Danilo Angè porta ne Il Mondo delle Intolleranze una delle sue tecniche speciali: la cottura sottovuoto a bassa temperatura, tecnica utilizzata nei ristoranti stellati e poco conosciuta, con istruzioni dalla scelta dei sacchetti a quella della macchina sottovuoto. Marco Scaglione, vincitore per due volte del trofeo di alta cucina senza glutine dell’AIC, rivela invece tutti i segreti della cucina senza glutine, suo fiore all’occhiello.

Tra le new entry della squadra di professionisti dell’Accademia Il Mondo delle Intolleranze, il pasticciere salutista Luca Montersino. Dal 2000 ha incentrato la propria attività professionale sulla ricerca e sulla combinazione innovativa degli ingredienti, per una pasticceria gustosa e amica della salute. Il risultato è una sperimentazione che l’ha portato a concepire una pasticceria salutista, anche in versione “gluten free” e senza uova, adatta a tutti e non solo a chi soffre di intolleranze o a chi elimina alcuni ingredienti per motivi etici.

Il progetto di Tiziana Colombo sta catalizzando l’attenzione di molti, anche grazie al suo network d’informazione sul mondo delle intolleranze, punto d’incontro tra professionisti e operatori di settore, in continua crescita con 36mila visite all’anno sul web, associati in continuo aumento e 10mila follower sui canali social.  L’obiettivo è quello di promuovere la sana e corretta alimentazione e sensibilizzare sul tema delle intolleranze alimentari, oltre a far dialogare chef e nutrizionisti al fine di preparare gustosi piatti dedicati a chi soffre di disturbi alimentari.

“Oggi si parla ancora troppo poco dei disturbi legati alle intolleranze alimentari e di come conviverci. Eppure, non sono pochi a soffrirne visto che i dati più recenti stimano un’incidenza del 10% tra gli adulti, in continuo aumento - ha dichiarato Tiziana Colombo, presidente e fondatrice dell’associazione Il Mondo delle Intolleranze –. È importante spiegare a queste persone che continuare a mangiare con gusto è possibile: l’intolleranza alimentare non è privazione, ma una sfida, una continua sperimentazione alla ricerca di una ricetta o di un alimento che possa rivoluzionare le nostre abitudini in cucina. Per questo nei corsi che organizziamo, sia per i privati sia per i professionisti che oggi si devono confrontare anche con questo tipo di clientela, si propongono ricette e preparazioni a partire dagli ingredienti più comuni uniti ad alimenti non tradizionali”.  Quale sarà il futuro di questo universo speciale?  Costruire un centro di eccellenza, un polo multifunzionale in cui condivisione, networking ed esperienze siano le nuove parole chiave che mettano a confronto persone interessate, medici e professionisti del settore food.

Non solo corsi di cucina: l’associazione Il Mondo delle Intolleranze, infatti, nasce anche per dare un supporto completo a chi vuole tenersi sempre aggiornato su nutrizione e benessere. Vengono organizzati incontri e seminari per diffondere la cultura alimentare, offrire informazioni sulle intolleranze alimentari e approfondire gli studi dei processi fisiologici e psicologici riguardanti l’alimentazione, grazie al lavoro del comitato scientifico, composto da medici specializzati in diverse discipline, che supervisiona le attività divulgative dal punto di vista scientifico. A tutto questo si aggiunge l’impegno dell’associazione per la promozione dei temi legati alle intolleranze alimentari tra i giovani, con incontri nelle scuole. “È ancora più importante promuovere la cultura alimentare e parlare delle problematiche legate alle intolleranze con i ragazzi giovani perché sono soprattutto loro a esserne maggiormente colpiti. Non sono argomenti solo da adulti: imparare a mangiare in modo sano e saper riconoscere i sintomi di una possibile intolleranza alimentare possono migliorare la qualità della vita, sin da giovani”, ha concluso Tiziana Colombo.

Archiviato in