COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale IMG SOLUTION SRL

Lotteria degli scontrini: per l’iscrizione basterà il codice fiscale

Nel 2021, come stabilito dal Decreto Rilancio, è prevista la partenza della Lotteria degli Scontrini, l’iniziativa del Governo a titolo gratuito a cui è possibile partecipare semplicemente provvedendo a effettuare gli acquisti quotidiani.

Sono previsti premi in denaro a cadenza periodica, destinati non soltanto ai consumatori ma anche gli esercenti delle attività commerciali: un’opportunità che in questo periodo di emergenza sanitaria rappresenta dunque anche un’occasione da sfruttare per provare a ricevere ulteriore sostegno economico.

Cosa serve per partecipare

La partecipazione a questa lotteria è aperta a tutti i cittadini maggiorenni residenti in Italia ed è sufficiente il codice fiscale per procedere all’iscrizione: su portali come codicefiscale.it è possibile ricavarlo in modo rapido e semplice, inserendo i propri dati anagrafici e la data di nascita nell’apposito form per il calcolo.

Una volta inserito il codice fiscale sul sito ufficiale dedicato all’iniziativa, verrà generato automaticamente il codice lotteria di partecipazione.

Per generare biglietti, sarà necessario acquistare beni per un importo pari o superiore a un euro in qualsiasi esercizio commerciale fisico avendo prima cura di presentare il codice generato nel portale dedicato.

L’esercente trasmetterà, quindi, i dati dello scontrino all’Agenzia delle Entrate e la partecipazione sarà effettiva.

Le lotterie: ordinaria e “zerocontanti”

Il tipo di pagamento prescelto per effettuare gli acquisti non preclude la partecipazione alla lotteria: è dunque possibile optare sia per i contanti che per le carte e, a seconda dei casi, si accederà alle estrazioni cosiddette “ordinarie” o anche a quelle “zerocontanti”

Il limite massimo di spesa è di mille euro, quindi si possono accumulare fino a mille biglietti in una o in entrambe le categorie: in particolare, la “zerocontanti” porta alla vittoria di premi anche il negoziante presso cui vengono effettuati gli acquisti.

Tuttavia, è bene ricordare che vi sono alcune categorie di articoli per cui non vengono generati biglietti: nel dettaglio, non sono valgono ai fini della premiazione tutti gli acquisti eseguiti ai fini prettamente professionali o quelli per cui sia richiesta una detrazione fiscale, come quelli effettuati in farmacia o negli studi medici pubblici e privati.

Ovviamente, ai fini della privacy tutti i dati saranno sempre trattati in maniera completamente anonima e verranno trasmesse all’Agenzia delle dogane e dei monopoli solo le informazioni che riguardano l’importo speso e la modalità con cui è avvenuto il pagamento. Solo in caso di vincita si risalirà al partecipante per mezzo del codice fiscale.

Gli scontrini non dovranno necessariamente essere conservati, in quanto tutti i dati saranno trasmessi elettronicamente dall’esercente entro un massimo di 12 giorni e, in caso di vittoria, gli organi competenti avviseranno per mezzo di raccomandata con ricevuta di ritorno, PEC oppure SMS qualora sia stato fornito un numero di cellulare.

Lo scontrino fisico potrà però essere utile in caso si desideri controllare personalmente sul portale dedicato l’estrazione del momento in tempo reale.

I premi in palio

Le estrazioni con relative premiazioni sono previste settimanalmente, mensilmente e anche con cadenza annuale.

Ogni settimana è prevista l’estrazione di 7 biglietti per la lotteria ordinaria dal valore di 5 mila euro ciascuno e di 15 per quella “zerocontanti”, che coinvolge anche i negozianti: nello specifico, vengono messi in palio 25 mila euro per il consumatore e 5 mila per l’esercente dell’attività commerciale.

A livello mensile, invece, sono previsti tre premi da 30 mila euro per le estrazioni ordinarie e 10 da 100 mila euro per quelle “zerocontanti”: per i negozianti, invece, il valore dei premi sale a 20 mila euro.

Infine, una volta l’anno la lotteria ordinaria erogherà 1 milione di euro, mentre la sezione zerocontanti riserverà la medesima cifra all’esercente, disponendo per il consumatore 5 milioni di euro.

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie