Usa: continua esodo da New York verso periferie, altri stati

Media, se ne vanno famiglie con bambini ma anche i giovani

(ANSA) - NEW YORK, 12 AGO - Addio New York City. Continua l'esodo dalla Grande Mela iniziato a marzo con la pandemia di coronavirus, quando molti abitanti hanno abbandonato la citta' per le seconde case. Secondo le societa' di traslochi, tuttavia, i trasferimenti fuori dalla metropoli sono continuati senza sosta e le richieste sono una valanga.
    "Le persone stanno fuggendo dalla città in massa", ha spiegato Moon Salahie, proprietario di Elite Moving & Storing a Yonkers, che lavora senza sosta da quando la città ha iniziato la fase 1 della riapertura a giugno. Il 90% dei traslochi sono verso la periferia - ha proseguito - e per lo più si tratta di famiglie con bambini. La maggior parte si muovono nel nord dello stato, o nei vicini New Jersey e Connecticut. E se ne vanno anche i giovani, fatto che si nota dal numero sempre in aumento di monolocali e bilocali rimasti sfitti.
    C'e' pure chi sceglie di trasferirsi più lontano: le societa' United Van Lines e Mayflower hanno spiegato di aver effettuato 1.000 traslochi fuori dallo stato a partire da marzo, con il 28% diretti in Florida e California e il 16% in Texas e North Carolina. (ANSA)

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie