14:54

Test droga inadeguati sui guidatori

60 nuove sostanze nel 2018, anche quelle per 'chemsex'

Chiudi  (ANSA)

"Oggi eroina, cocaina, cannabis e anfetamina sono le uniche droghe che i laboratori di quasi tutti gli ospedali in Italia riescono a rilevare. Ma ci sono tantissimi altri stupefacenti che invece non vengono analizzati, contravvenendo così a quanto previsto dal codice della strada. L'articolo 187 prevede, infatti, se richiesto, accertamenti medici sui conducenti coinvolti in incidenti stradali per 'tutti' i tipi di stupefacenti". Lo ha detto Carlo Locatelli, direttore del Centro Nazionale di Informazione Tossicologica presso l'Irccs Maugeri di Pavia. Sono circa sessanta le nuove molecole rilevate nel 2018 dall'Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze. Alcune di queste sostanze sono già state rilevate su assuntori italiani ma, come altre centinaia di tipi, non sono ancora classificati come tali nelle tabelle aggiornate dal ministero. Tra le nuove sostanze, il 30% riguarda i catinoni sintetici, stimolanti utilizzati anche nella pratica del 'chemsex', che ha lo scopo di aumentare e prolungare il piacere sessuale.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



13:40

Nuoto, Paltrinieri e staffette in finale

Chiudi
epa07232111 Mykhailo Romanchuk of Ukraine reacts after the Men's 1500m Freestyle Heats at the FINA Swimming Short Course World Championships in Hangzhou, China, 15 December 2018.  EPA/ROMAN PILIPEY (ANSA) epa07232043 Felipe Lima of Brazil competes in the Men's 50m Breaststroke Heats at the FINA Swimming Short Course World Championships in Hangzhou, China, 15 December 2018.  EPA/ROMAN PILIPEY (ANSA) epa07232108 Mykhailo Romanchuk (C) of Ukraine competes with other swimmers in the Men's 1500m Freestyle Heats at the FINA Swimming Short Course World Championships in Hangzhou, China, 15 December 2018.  EPA/ROMAN PILIPEY (ANSA) epa07232106 Mykhailo Romanchuk of Ukraine competes in the Men's 1500m Freestyle Heats at the FINA Swimming Short Course World Championships in Hangzhou, China, 15 December 2018.  EPA/ROMAN PILIPEY (ANSA) epa07232103 Gregorio Paltrinieri of Italy competes in the Men's 1500m Freestyle Heats at the FINA Swimming Short Course World Championships in Hangzhou, China, 15 December 2018.  EPA/ROMAN PILIPEY (ANSA) epa07232044 Felipe Lima of Brazil competes in the Men's 50m Breaststroke Heats at the FINA Swimming Short Course World Championships in Hangzhou, China, 15 December 2018.  EPA/ROMAN PILIPEY (ANSA) epa07232104 Mykhailo Romanchuk of Ukraine competes in the Men's 1500m Freestyle Heats at the FINA Swimming Short Course World Championships in Hangzhou, China, 15 December 2018.  EPA/ROMAN PILIPEY (ANSA) epa07232112 Jan Micka of the Czech Republic competes in the Men's 1500m Freestyle Heats at the FINA Swimming Short Course World Championships in Hangzhou, China, 15 December 2018.  EPA/ROMAN PILIPEY (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - Buone notizie per gli azzurri dalla penultima giornata di gare ai Mondiali di nuoto in vasca corta, a Hangzhou, Cina. La staffetta femminile 4x200 si è qualificata per la finale, con il nuovo record italiano in 7'44"82. Il quartetto formato da Margherita Panziera, Erica Musso, Federica Pellegrini e Simona Quadarella ha demolito il precedente primato di 7'46"01. Ottimo inizio di giornata anche per Gregorio Paltrinieri, atteso nei 1500 sl. Il campione azzurro ha conquistato il pass per la finale dove dovrà vedersela soprattutto con l'ucraino Romanchuk che ha fatto un gran tempo.
    In finale anche la staffetta 4x50 mista maschile con il secondo tempo di 1'32"20 dietro di soli due centesimi al Brasile. Il quartetto azzurro formato da Simone Sabbioni, Santo Consorelli, Marco Orsi e Nicolò Martinenghi punta decisamente al podio.
    Accesso in semifinale per Elena Di Liddo e Ilaria Bianchi nei 100 farfalla; per Alessandro Miressi e Lorenzo Zazzeri nei 100 sl; per Fabio Scozzoli e Martinenghi nei 50 rana.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

13:25

Migranti: rivolta nel Cpr, due arrestati

Nel Centro di Palazzo San Gervasio, contro la Polizia

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - POTENZA, 15 DIC - Al termine di momenti di forte tensione, culminata in una rivolta nel Centro di permanenza per il rimpatrio di Palazzo San Gevasio (Potenza), la Polizia - che era sul posto per prelevare e accompagnare sei cittadini nigeriani nel Cpr di Ponte Galeria di Roma per il successivo rimpatrio - ha arrestato due loro connazionali, uno di 38 anni e l'altro di 23. Non sono stati registrati feriti tra gli agenti.
    I due - accusati di violenza e resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato - sono stati tra i protagonisti della rivolta che - secondo quanto reso noto dalla Questura di Potenza - ha coinvolto altre 10-15 persone.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

13:08

In glossario il linguaggio dei giovani

Da "accannare" a "whatsappare", da "pezzotta" a "rinco"

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - Da "accannare" (lasciare la fidanzata o il fidanzato) ad "appiccio" (accendino), da "pezzotta" (indumento contraffatto) a "rinco" (imbecille): sono alcune delle oltre 500 parole del più moderno linguaggio giovanile, raccolte in un volume dal titolo "Bella ci! Piccolo glossario di una lingua sbalconata", curato dagli studenti di Scienze della comunicazione dell'Università Lumsa di Roma. Il lavoro è stato coordinato da Patrizia Bertini Malgarini e Marzia Caria, docenti di linguistica italiana nell'ateneo. Il volume (Edicions de l'Alguer, per la collana Alba Pratalia) è andato a ruba ed è in fase di ristampa, con numerosi aggiornamenti.
    Oltre alle 500 e più parole, il glossario propone anche numerose locuzioni proprie del linguaggio giovanile (da "sei fuori come un balcone" a "ma che ne sanno quelli del 2000") e numerosi acronimi usati dai ragazzi "da Omw (sto arrivando: "Omw, aspetta 3 secondi") a W8 (aspettare: "W8, vado al bagno").
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


12:19

Migranti:fuoco Cpr per opporsi rimpatrio

Ferite lievi per 5 rappresentanti delle forze dell'ordine

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - BARI, 15 DIC - Tre carabinieri e due agenti della Polizia di Stato sono rimasti leggermente feriti nel corso di momenti di tensione avvenuti, nella notte, a Bari, nel Cpr, Centro per i rimpatri, mentre erano in corso le operazioni di rimpatrio di cinque cittadini di origini nigeriane. Secondo quanto riferito dalle forze dell'ordine, nella fase che ha preceduto l'accompagnamento dei destinatari del dispositivo di allontanamento dal territorio italiano, persone non ancora identificate hanno dato fuoco a suppellettili che erano all'interno di due moduli abitativi nel tentativo di opporsi al rimpatrio. I rappresentanti delle forze dell'ordine sono rimasti vittime di aggressione e lancio di oggetti. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia di Stato, la Scientifica, i Carabinieri e i vigili del fuoco.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA