Industria:ricerca,più crescita con digitale e sostenibilità

Maggiori opportunità per elettronica, meccanica e autoveicoli

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 11 MAG - La transizione verso un'economia più digitalizzata e sostenibile offrirà opportunità di rafforzamento della crescita all'intera filiera manifatturiera.
    E' quanto emerge dall'analisi dei settori industriali realizzata da Prometeia e dalla direzione Studi e ricerche Intesa Sanpaolo.
    I settori che potranno avvantaggiarsi di tassi di crescita più dinamici nel quinquennio 2021-25 sono Elettronica (+6.6% in media d'anno, in termini di fatturato a prezzi costanti), Meccanica (+6%), Autoveicoli e moto (+6%), ed Elettrotecnica (+5.8%) ovvero le specializzazioni produttive più direttamente interessate dalla prevista accelerazione del ciclo degli investimenti, con effetti a cascata sui settori posizionati a monte della catena del valore (Prodotti in metallo +5%, Metallurgia +3.9%), che beneficeranno, al contempo, del traino del ciclo edilizio.
    Il sostegno delle costruzioni sarà visibile anche sui Prodotti e materiali da costruzione (+4.2% in media d'anno nel 2021-25) e sui Mobili (+4%). Gli Elettrodomestici, invece, in recupero nel periodo di crisi, torneranno a registrare tassi di crescita più moderati lungo l'orizzonte di previsione (+1.9%).Sopra la media l'evoluzione stimata per il Sistema moda (+5.1%), che vede la crescita del 2021-22 accelerata dal rimbalzo statistico dai minimi toccati nel 2020. Un buon dinamismo caratterizzerà anche il Largo consumo (+3.1% in media d'anno nel 2021-25).
    Nella parte bassa della graduatoria si posizionano, infine, i settori meno colpiti dalla crisi 2020, quali Farmaceutica e Alimentare e bevande che, pur accelerando, mostreranno ritmi di crescita attorno al 2% in media d'anno. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA