Nei Sibillini incubatoio per riproduzione trota mediterranea

Previsto da progetto Lifestreams presso vecchio mulino a Ussita

Redazione ANSA USSITA
(ANSA) - USSITA, 10 OTT - Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini, in collaborazione con il Comune di Ussita, ha avviato la realizzazione di un incubatoio per la riproduzione della trota mediterranea presso il vecchio mulino, ristrutturato di recente dall'amministrazione comunale e inserito all'interno di un sentiero turistico. Il progetto prevede l'installazione di piccole vasche interne dove mantenere le uova fecondate artificialmente e, all'esterno, vasche che ospiteranno temporaneamente i riproduttori selvatici selezionati nel torrente Ussita. "È una delle misure previste dal progetto LifeStreams per la tutela della trota mediterranea, l'emblema dei torrenti di questo territorio e alla quale dobbiamo assicurare un futuro", spiega il presidente del Parco Andrea Spaterna. "Realizzare un incubatoio - aggiunge - è un passaggio fondamentale per incrementare le possibilità di riuscita del progetto. A quello di Ussita - dice ancora - ne seguirà un altro che, insieme alle diverse azioni previste, consentirà almeno di approntare tutte le condizioni possibili perché la trota nativa mediterranea possa resistere ai rischi di ibridazione". "La valorizzazione della biodiversità dei Sibillini passa anche per i corsi d'acqua, habitat naturali particolarmente fragili e che, in una situazione di crisi idrica e vulnerabilità, debbono essere monitorati e salvaguardati", sottolinea il presidente. Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini è una delle sei aree pilota in cui il progetto LifeStreams è operativo e dove sono stati localizzati siti di campionamento e conservazione della trota mediterranea. A coordinare le azioni è il Parco Nazionale della Majella coadiuvato da diversi partner tra parchi nazionali, agenzie, associazioni, istituti di ricerca e università. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA