Responsabilità Editoriale Gruppo Italia Energia

Prezzi carburanti, nuovi aumenti

Sale ancora Eni. Il monitoraggio dell’andamento sul territorio (articolo di Quotidiano Energia)

Quotidiano Energia - Nuovi movimenti verso l’alto sulla rete carburanti nazionale, dopo il giro di rialzi di ieri. Con le quotazioni dei prodotti petroliferi in Mediterraneo che hanno chiuso in forte salita (nel giorno in cui Opec+ ha deciso di non aumentare ulteriormente la produzione rispetto a quanto previsto a luglio), oggi è nuovamente Eni a ritoccare all’insù di 2 centesimi i prezzi raccomandati su benzina e diesel. I prezzi praticati sul territorio, in attesa che gli ultimi interventi vengano recepiti, risultano per ora sostanzialmente stabili, registrando solo leggeri assestamenti al rialzo nella modalità servito. Continuano invece a crescere i prezzi praticati di Gpl e metano auto.

Più nel dettaglio, in base all'elaborazione di Quotidiano Energia dei dati alle 8 di ieri comunicati dai gestori all'Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato della benzina, in modalità self, rimane a 1,691 euro/litro con i diversi marchi compresi tra 1,681 e 1,704 euro/litro (no logo 1,676). Il prezzo medio praticato del diesel, sempre in modalità self, resta a 1,544 euro/litro con le compagnie posizionate tra 1,533 e 1,558 euro/litro (no logo 1,526).

Quanto al servito, per la benzina il prezzo medio praticato sale a 1,828 euro/litro (ieri 1,827) con gli impianti colorati che mostrano prezzi medi praticati tra 1,765 e 1,900 euro/litro (no logo 1,726). La media del diesel va a 1,689 euro/litro (ieri 1,688) con i punti vendita delle compagnie con prezzi medi praticati compresi tra 1,624 e 1,763 euro/litro (no logo 1,578).

In salita, come detto, il Gpl con prezzi medi praticati che vanno da 0,727 a 0,749 euro/litro (no logo 0,731). Prosegue infine anche l’incremento del prezzo medio del metano auto, che si posiziona tra 1,168 e 1,647 (no logo 1,289).