Morte figlia eroe Sars: resta ai domiciliari pusher

Il Riesame di Roma ha respinto l'istanza di scarcerazione

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - Il Riesame di Roma ha respinto l'istanza di scarcerazione avanzata dal difensore di Abdul Aziz Rajab, il pusher siriano accusato di omicidio volontario per la morte di Maddalena Urbani, la figlia ventunenne del medico-eroe Carlo Urbani che per primo isolò il virus della Sars.
    La ragazza fu trovata priva di vita nell'abitazione del pusher il 27 marzo scorso. La ragazza morì a causa di una overdose di droghe e farmaci. L'uomo, 64 anni, si trova agli arresti domiciliari. Il suo difensore, l'avvocato Andrea Palmiero, aveva chiesto al tribunale di riqualificare il reato in omicidio colposo. Per i giudici Rajab avrebbe omesso di soccorrere la ragazza per evitare che fosse scoperta la droga che aveva in casa con il rischio di finire in carcere. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA