Lamborghini: entro 2024 tutta gamma ibrida, -50% emissioni Co2

Winkelmann, prima elettrica sarà quarto modello, da tutti giorni

Redazione ANSA SANT'AGATA BOLOGNESE

"Nel 2021 e 2022 ancora faremo dei fuochi d'artificio sul motore a combustione, lanceremo parecchie derivate nell'anno 2022. Poi dall'anno prossimo e fino al 2024 andremo a ibridizzare tutta la nostra gamma". Il presidente e ceo di Lamborghini, Stephan Winkelmann conferma così il percorso avviato dalla Casa del Toro sul fronte della sostenibilità. "Tutte le nostre tre vetture verranno ibridizzate entro la fine del 2024 e quindi saremo il primo marchio del lusso di supersportive che avrà tutta la gamma ibridizzata. - ha spiegato durante l'evento 'Lamborghini Sustainability Day' - Questo vuol dire che andremo a ridurre l'emissione di Co2 rispetto a oggi, rispetto alla fine del 2021, di almeno il 50%. Per vetture come le nostre è un traguardo da non sottovalutare".
    "Per noi questo sforzo è un investimento altissimo nei prossimi tre anni di almeno 1,5 miliardi per arrivare a questi nuovi prodotti che lanceremo tra il 2023 e il 2024", ha ricordato il manager. "Ma non ci fermeremo là, perché la seconda parte del decennio avremo la nostra prima vettura completamente elettrica, sarà il quarto modello, che immaginiamo come una vettura che sia guidabile tutti i giorni. Quindi avremo la gamma di 2 supersportive e 2 supersportive ma nel segmento di vetture più utilizzabili a livello quotidiano", ha aggiunto.
    Ma sulla sostenibilità l'azienda ha un "approccio olistico, a 360 gradi, che spazia dai prodotti al nostro sito, a Sant'Agata Bolognese", ha aggiunto, ricordando che "già in tempi non sospetti abbiamo iniziato a lavorare su questo tema": Lamborghini è impegnata nella tutela del clima e dell'ambiente dal 2009, "siamo Co2 neutrali nel nostro sito dal 2015 e anche sulle vetture stiamo lavorando già da due generazioni alla riduzione delle Co2. Però adesso per diventare Co2 neutrali come azienda c'è ancora molto da fare - ha aggiunto -, un impegno che durerà decenni".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie