Manovre sulla Stazione spaziale, nuovo parcheggio per la Soyuz

Agganciata al modulo Nauka per fare posto alla prossima navetta

Redazione ANSA

La Soyuz MS-18 ha cambiato ‘parcheggio’ sulla Stazione spaziale internazionale (Iss): martedì alle 14:21 (ora italiana) si è distaccata dal modulo Rassvet e dopo un breve viaggio di circa 40 minuti si è agganciata per la prima volta al nuovo modulo Nauka, arrivato in orbita a luglio. La manovra, mostrata in diretta dalla tv della Nasa, è la ventesima mai realizzata in orbita per spostare una Soyuz e la prima dallo scorso marzo: l’hanno eseguita tre astronauti della Expedition 65, ovvero Mark Vande Hei della Nasa, Oleg Novitskiy e Pyotr Dubrov della Roscomos.

Lo spostamento della Soyuz dal modulo Rassvet è stato programmato per lasciare libero l’attracco per la prossima navetta (la Soyuz MS-19) che fra pochi giorni arriverà in orbita con tre nuovi astronauti russi: si tratta di Anton Shkaplerov, Klim Shipenko e Yulia Peresild, che partiranno il 5 ottobre dalla base di Baikonur, in Kazakistan.

Vande Hei e Dubrov resteranno a bordo della Iss fino a marzo 2022: l’astronauta della Nasa, al suo ritorno, conquisterà il record per il singolo volo spaziale più lungo per un americano. Novitskiy, Shipenko e Peresild torneranno invece a ottobre con la Soyuz MS-18.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA