Mostre: incisioni Ebba Holm su Dante in Biblioteca Classense

Artista danese interpretò la Divina Commedia in modo originale

Redazione ANSA RAVENNA

RAVENNA- Nell'anno del Centenario dantesco la Biblioteca Classense di Ravenna espone al pubblico, dal 12 giugno al 31 luglio, una serie di incisioni recentemente acquisita e realizzata dall'artista danese Ebba Holm (1889-1967), che interpreta in modo originale e raffinato la Divina Commedia. L'immaginario collettivo si è sempre nutrito della Commedia e dei suoi temi, indagati con frequenza maggiore negli anni immediatamente precedenti e successivi agli appuntamenti dei Centenari: il testo dantesco per eccellenza diviene materia di studio e di stimolo per interventi creativi di tanti intellettuali e artisti, tra i quali anche Ebba Holm, molto nota in patria per la sua attività pittorica e incisoria.
    Negli anni Venti l'artista produce oltre cento tavole per Guddommelige Komedie, l'edizione danese della Commedia pubblicata nel 1929, impresa che può essere considerata frutto anche dei suoi soggiorni italiani e dello studio nel nostro Paese, dove inizia una produttiva collaborazione con la rivista Xilografia, fondata da Francesco Nonni e stampata a Faenza dai Fratelli Lega, all'interno della quale la Holm pubblica numerose opere. La sua passione per il Medioevo, per Dante e, in generale, per l'Italia si esprime in uno stile elegante e sintetico, felice combinazione ed elaborazione della sua formazione in patria, debitrice alla pittura storica e di genere appresa dai suoi maestri all'Accademia di Copenaghen, ma anche alle avanguardie nordiche del primo Novecento per l'abile uso delle tecniche xilografiche e della diretta conoscenza dell'arte italiana, con la quale era venuta a contatto durante i tanti viaggi in Italia.
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie