E' ora di 'Sturm' per la Fondazione Prada

Dal 9 settembre negli spazi dell'Osservatorio, a Milano

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 11 AGO - Esplora le applicazioni, le esperienze e gli ambienti legati alla Computer-generated imagery (CGI) con l'obiettivo di svelare la complessità della modellazione al computer e analizzare l'attuale produzione di immagini e il loro impatto sulla nostra percezione quotidiana, il progetto espositivo "Sturm&Drang", nato dalla collaborazione tra Fondazione Prada e gta exhibitions, ETH Zurich, che si terrà all'Osservatorio Fondazione Prada di Milano dal 9 settembre al 22 gennaio 2022. "Sturm&Drang" - viene anticipato dalla Fondazione - non è incentrata sul prodotto finale - l'immagine digitale allo stato avanzato - ma indaga le fasi e i metodi di produzione, riunendo quattro ambienti che ospitano il "making of" della programmazione CGI in vari ambiti, come i videogiochi, la fantascienza e l'ingegneria hi-tech. Si passa così dal prototipo di un ambiente First Person Shooter (FPS), impiegato nei videogiochi e nell'addestramento militare, a un omaggio al romanzo di fantascienza Neuromancer, scritto nel 1984 dall'autore americano-canadese William Gibson, con una serie di stanze ispirate ai primi capitoli del libro. E poi spazi architettonici simulati attraverso sistemi CGI, con tavoli ottici tecnologici e zone per dormire facili da montare, concepite in riferimento alle ore trascorse in un limbo in cui il grafico riposa mentre il suo computer-macchina lavota. Altri schermi mostrano infine i lavori degli studenti di "Sturm&Drang Studio", un corso del Dipartimento di Architettura dell'ETH Zurich che si è svolto tra febbraio e giugno 2021. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie