Cambiamenti climatici e parassiti incidono su annata agraria

In Piemonte male frutta ortaggi e miele. Buoni raccolti cereali

Redazione ANSA

TORINO - Gli effetti dei cambiamenti climatici e l'invasione di parassiti fino a pochi anni fa quasi sconosciuti hanno condizionato l'ultima annata agraria in Piemonte. Scarse le produzioni orticole e di frutta, calo del 15-20% della vendemmia, dimezzato il raccolto di nocciole, gravi difficoltà per i produttori di miele. A tracciare il bilancio, come avviene dal 2003, è stata la Confagricoltura Piemonte.

Nel bilancio 2019 soddisfacenti il raccolto di cereali e soia, l'andamento del comparto avicolo (uova, polli e tacchini); registrata la tenuta del prezzo del latte alla stalla e dei bovini da carne; in flessione l'andamento dei prezzi nel comparto suinicolo. 

Sul piano politico Confagricoltura "apprezza la piena assunzione di responsabilità della nuova giunta regionale, affinché si possano erogare nei tempi previsti tutte le risorse assegnate al Piemonte nell'ambito del Psr (piano di sviluppo rurale, ndr)", mentre "lamenta l'inerzia delle istituzioni sul tema dei danni arrecati dalla fauna selvatica".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."

Modifica consenso Cookie