Francia: sanzioni Gb su pesca sospese almeno fino a giovedì

Dall' Eliseo nuova scadenza per l'incontro tra i due ministri

Redazione ANSA PARIGI
(ANSA) - PARIGI, 02 NOV - Niente sanzioni francesi "almeno fino a giovedì" nella querelle che oppone Parigi e Londra sulla pesca.

Per dare una chance alle trattative attualmente in corso, la Francia ha deciso di rinviare l'entrata in vigore delle misure di ritorsione decise contro il Regno Unito "almeno fino a giovedì"; data prevista di una riunione a Parigi tra il segretario di Stato britannico incaricato della Brexit, David Frost e il segretario di Stato francese agli Affari europei, Clément Beaune, ha riferito l'Eliseo.

Parlando ieri a margine della Cop26 di Glasgow, il presidente francese, Emmanuel Macron, ha annunciato che l'ultimatum alla Gran Bretagna è "sospeso". La discussione sulla pesca "continuerà domani" con Parigi e la commissione Ue, ha continuato, aggiungendo che "non è nel corso di una trattativa che decideremo sanzioni".

Il governo britannico si è mostrato da parte sua soddisfatto per il rinvio di queste misure di ritorsione, rallegrandosi che "la Francia riconosca la necessità di "trattative approfondite" per risolvere l'"insieme delle difficoltà della relazione tra Regno Unito ed Unione europea". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: