Eurobarometro, per 60% italiani devono essere obbligatori

Per il 77% i sieri autorizzati da Ema sono sicuri

Redazione ANSA

BRUXELLES - Il 77% degli italiani considera la vaccinazione anti-Covid un "dovere civico" contro una media Ue del 63%, e il 60% ritiene che dovrebbe essere obbligatoria (media Ue 46%), il dato più alto dopo il Portogallo. A dirlo è l'ultimo Eurobarometro flash sulla percezione degli europei circa la campagna di vaccinazione.

Secondo l'81% degli italiani i vaccini sono l'unico modo per farla finita con la pandemia contro una media Ue del 75%, mentre dal punto di vista della sicurezza l'81% degli italiani crede che i vaccini anti Covid portino più benefici che rischi (Ue al 76%) e per il 77% i sieri autorizzati dall'Ema sono sicuri (media Ue 72%).

Il sondaggio fa emergere il contrasto tra paesi e classi d'età in Europa, con i cittadini con meno di 45 anni che vivono nella parte orientale dell'Unione più inclini all'esitazione vaccinale e allo scetticismo.

Il 72% degli intervistati italiani riconosce un ruolo chiave all'Ue nella distribuzione dei vaccini ai Paesi, dato che si ferma al 70% a livello Ue.

Gli italiani si distinguono anche per un livello di soddisfazione piuttosto alto circa l'operato del governo nazionale (57% contro 46% Ue, al settimo posto tra i Ventisette) e, con minor entusiasmo, dell'Ue (51% contro 47% Ue, 13esima tra i Ventisette)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: