Consiglio Ue, più poteri a Ecdc su controllo minacce a salute

Ministro salute sloveno, abbiamo bisogno di più coordinazione

Redazione ANSA

BRUXELLES - Rafforzare il ruolo del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) e legiferare per dotare l'Ue di strumenti di reazione alle minacce transfrontaliere per la salute: questi i punti cardine della posizione negoziale del Consiglio Ue raggiunta oggi nella riunione dei vice rappresentanti permanenti.

Stando all'accordo l'Ecdc dovrebbe giocare un ruolo chiave nel coordinare le risposte degli Stati membri non solo nella lotta alle malattie infettive ma anche per le minacce chimiche, biologiche ed ambientali. Nell'accordo gli Stati membri hanno anche ribadito l'importanza alla protezione dei dati che non saranno condivisi "a meno di casi di stretta necessità".

"L'accordo di oggi è un altro passo importante per rendere il sistema sanitario dell'Ue più forte. Abbiamo bisogno di più coordinazione, più scambio di informazioni, miglior pianificazione e istituzioni Ue capaci tenere al sicuro i cittadini", ha commentato il ministro della salute sloveno, in rappresentanza della presidenza Ue, Janez Poklukar. L'accordo raggiunto oggi su un rafforzamento dell'Ecdc conferisce alla presidenza del Consiglio un mandato per avviare i negoziati con il Parlamento europeo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: