Ue, aiuti umanitari a Lituania per migranti da Bielorussia

12 paesi hanno offerto supporto come tende, letti e generatori

Redazione ANSA

BRUXELLES - A seguito di una richiesta di assistenza della Lituania, la Commissione europea sta aiutando i paesi europei a inviare sostegno attraverso il meccanismo europeo di protezione civile. Lo riferisce in una nota l'esecutivo comunitario precisando che la Lituania ha chiesto aiuto a seguito dell'aumento degli arrivi di migranti e richiedenti asilo provenienti dal Medio Oriente e dall'Africa ed entrati nel paese attraverso il confine con la Bielorussia.

Già dodici paesi hanno offerto supporto come tende, letti e generatori. La Commissione coordina la consegna e finanzia fino al 75% dei costi per il trasporto dell'assistenza. "Il confine lituano è un confine esterno dell'Ue, che attualmente sta vivendo un afflusso senza precedenti di migranti e richiedenti asilo. Queste persone, molte delle quali vulnerabili, hanno bisogno di sostegno urgente come cibo e riparo", ha affermato Janez Lenarcic, commissario per la gestione delle crisi. "L'Unione europea e gli altri Stati membri non lasceranno la Lituania da sola in questa difficile situazione".

La commissaria per gli affari interni, Ylva Johansson, ha sottolineato che "il regime autoritario in Bielorussia sfrutta gli esseri umani per ragioni politiche e ciò è assolutamente inaccettabile. L'Unione europea e gli Stati membri stanno dimostrando una forte solidarietà con la Lituania e insieme sosteniamo pienamente la società civile in Bielorussia. Il sostegno umanitario assicurerà che i bisogni di base come cibo e alloggio siano soddisfatti. La Commissione è pronta a fornire ulteriori finanziamenti di emergenza alla Lituania, se necessario". Johansson ha poi annunciato che "Frontex sta schierando personale e attrezzature per proteggere la frontiera esterna europea; ed Europol sta impiegando personale per contribuire a salvaguardare la sicurezza interna europea".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: