Ok dell'Ue ad aiuti per le imprese dei centri storici con santuari

Lo schema da 10 milioni di euro compensa per i danni del virus

Redazione ANSA

BRUXELLES - Via libera della Commissione europea allo schema italiano da 10 milioni di euro a sostegno delle imprese attive nei centri storici dei comuni dove sono presenti santuari religiosi, nel contesto dell'epidemia di coronavirus. Il regime è stato approvato nell'ambito del quadro temporaneo sugli aiuti di Stato.

Lo scopo della misura è mitigare le improvvise carenze di liquidità che queste aziende stanno affrontando a causa delle misure restrittive che il governo italiano ha dovuto attuare per limitare la diffusione del virus. Il sostegno pubblico sarà aperto ad aziende di ogni dimensione attive in tutti i settori tranne quello finanziario. Per essere ammissibili, le imprese devono aver registrato nel giugno 2020 un fatturato inferiore ai due terzi di quello registrato nel giugno 2019. L'aiuto assumerà la forma di contributi diretti di minimo 1.000 euro per le persone fisiche e di euro 2.000 per le persone giuridiche, fino a un massimo di 150.000 euro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: