Ospedali in difficoltà in Olanda per colpa di NoVax e negazionisti del Covid

Media, diversi i pazienti gravi che non credono alla loro malattia

Redazione ANSA

BRUXELLES - Gli ospedali olandesi faticano a gestire un numero crescente di pazienti affetti da Covid-19 che si rifiutano di credere di avere il coronavirus poiché secondo loro è inesistente. Lo riferisce il giornale Ad. Medici di oltre 15 ospedali del Paese hanno spiegato di avere in cura pazienti negazionisti.

La stragrande maggioranza dei pazienti attualmente affetti da coronavirus e ricoverati in ospedale non è stata vaccinata, spiegano i medici."A volte i parenti di pazienti gravi con sintomi da coronavirus insistono per sapere che cosa abbia veramente il loro caro", spiega alla stampa Tanja Hak, medico del 'Hospital Group Twente. "Non importa quanto sia grave la situazione - spiega Hak - anche se li devi rigirare sullo stomaco per intubarli, continuano a negare l'esistenza del virus". In diversi ospedali, tra cui l'Amc di Amsterdam, vi sono pazienti che si rifiutano di sottoporsi ai test per il Covid-19, "questo oltre a creare disfunzioni alla logistica, porta anche a molta frustrazione per i medici poiché naturalmente, non possiamo eseguire tali test senza il consenso dei pazienti", spiega la portavoce dell'Amc Daniela Cohen.

Testimonianze di pazienti violenti arrivano invece dalla portavoce della dell'ospedale della Croce Rossa di Beverwijk Sandra de Jong, "a volte affrontiamo pazienti arrabbiati che si rifiutano di seguire le istruzioni degli operatori sanitari. Questo è un duro colpo per i colleghi che hanno visto con i loro occhi così tanta miseria nell'ultimo anno di pandemia".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: