Manca l'ok a Parigi sulla bozza di documento per il summit Ue-Usa

Intensificare le consultazioni, una possibile sfida diventi un'opportunità

Redazione ANSA

BRUXELLES - La Commissione europea sta conducendo un negoziato in bilaterale con le delegazioni di Francia e Olanda, per finalizzare il testo della dichiarazione congiunta Ue-Usa sul Consiglio commercio e tecnologia (Ttc), che si terrà domani a Pittsburgh. La riunione straordinaria degli ambasciatori Ue (Coreper) di ieri pomeriggio non è riuscita a risolvere gli aspetti su cui i due Paesi non concordano, tra questi il tema dei semiconduttori. Si apprende da fonti diplomatiche europee.

Non appena sarà stato trovato un compromesso, il testo sarà inviato alla controparte Usa. Il vertice Ue-Usa nei giorni scorsi era stato in bilico, dopo l'annuncio della nuova partnership sulla sicurezza tra Usa, Australia e Regno Unito (Aukus) e la disdetta di Canberra di una ricca commessa di sottomarini a Parigi, che hanno messo in luce le distanze tra l'Unione europea e gli Stati Uniti. Ma sebbene l'Unione "possa non essere d'accordo su tutto con gli Usa, ha un interesse strategico a mantenere un rapporto essenziale, soprattutto quando c'è un interesse anche dall'altra parte". Lo spiegano fonti Ue alla luce della discussione tra i ministri degli Esteri dei 27, a margine dell'assemblea generale dell'Onu, della scorsa settimana.

"Alla fine - proseguono le stesse fonti - se il risultato è una consultazione più intensa e la volontà di lavorare insieme sull'Indo-Pacifico e un'apertura per la prima volta sulle capacità di difesa dell'Ue, potremmo aver trasformato una sfida in un'opportunità. Abbiamo dialoghi in corso con gli Usa su molti temi, vedremo se riusciremo ad averne uno anche su sicurezza e difesa".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: