Ue, 60 mila pass ferroviari gratuiti per 18-20enni

Domani al via candidature per viaggi 'sostenibili' nel 2022

Redazione ANSA

BRUXELLES - Sessantamila pass ferroviari gratuiti per i giovani europei. Ad annunciarlo è la commissione europea alla vigilia dell'apertura dei termini per le richieste, che potranno pervenire da domani al 26 ottobre. Gli aventi diritto per inoltrare la propria domanda sono i giovani europei nati tra il primo luglio 2001 e il 31 dicembre 2003. L'iniziativa, che si inserisce nell'ambito del progetto DiscoverEu e in vista dell'Anno europeo dei giovani previsto nel 2022, permetterà a chi ha tra i 18 e 20 anni di viaggiare gratuitamente tra marzo dell'anno prossimo e febbraio 2023 per un periodo massimo di trenta giorni. Chi otterrà il pass potrà viaggiare da solo o in gruppi di massimo 5 persone, tutte della fascia di età a cui il bando è stato aperto.

"Negli ultimi 18 mesi i nostri giovani hanno sacrificato la loro preziosa giovinezza", ha sottolineato il vice presidente della commissione Margaritis Schinas facendo riferimento alla crisi del Covid e spiegando come nell'Anno europeo dei giovani la mobilità interna potrà contare anche sul programma Erasmus+ e su altre iniziative. Al centro della messa in campo dei pass c'è inoltre la mobilità ferroviaria, considerata particolarmente sostenibilmente. Chi avrà il pass potrà muoversi però anche con traghetti e autobus e, eccezionalmente, in aereo (soprattutto chi vive nell'aree più remote dell'Unione). Ad ogni Stato membro sarà assegnata una quota di pass sulla base del rapporto tra la popolazione nazionale e quella complessiva dell'Ue.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: