Ue valuta stoccaggio di gas in comune con l'Ucraina

Lo ha detto a margine del vertice Ue-Ucraina Ursula von der Leyen

Redazione ANSA

BRUXELLES - La Commissione europea e l'Ucraina stanno "esplorando la possibilità di stoccaggi in comune" di gas naturale. Lo ha detto la presidente dell'esecutivo comunitario, Ursula von der Leyen, parlando in conferenza stampa a Kiev in occasione del summit Ue-Ucraina, sottolineando che la cooperazione sarebbe "molto benefica" per entrambe le parti, anche "in vista di minori consegne di gas da parte di Gazprom" verso l'Ucraina, che "rappresenta un problema non solo per questo inverno ma anche per il prossimi".

Bruxelles, ha spiegato von der Leyen, "sta esplorando diversi scenari per assicurare una fornitura sufficiente all'Ucraina", tra i quali l'aumento delle "capacità di fornitura di gas" e "l'inversione del flusso in un gasdotto dalla Slovacchia". "Sul gas e sulla sicurezza energetica i contratti devono essere rispettati e le forniture di gas garantite, questo nel medio periodo", ha proseguito la presidente Ue, aggiungendo che "l'Ucraina deve restare un Paese di transito affidabile" per il gas.

La capacità di stoccaggio comune sarà anche sul tavolo del vertice dei leader Ue il 21-22 ottobre a Bruxelles. E' "un argomento importante su cui possiamo provare a costruire una cooperazione con l'Ucraina", ha sottolineato anche il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, nel corso della conferenza stampa con von der Leyen.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: