L'Ue elimina l'obbligo di autorizzazione all'export dei vaccini

A partire da gennaio 2022

Redazione ANSA

BRUXELLES - Dal primo gennaio 2022 i produttori di vaccini non saranno più obbligati a chiedere l'autorizzazione per esportare i loro prodotti al di fuori dell'Ue. Lo ha detto la portavoce della Commissione europea Dana Spinant.

Il meccanismo sarà sostituito da un sistema di monitoraggio che assicurerà trasparenza sulle spedizioni senza la necessità di un'autorizzazione, ha proseguito la portavoce, che ha poi riassunto i dati sulle spedizioni di vaccini dall'Ue.

Dallo scorso dicembre sono state esportate 1,3 miliardi dosi verso oltre 150 paesi, di cui circa un miliardo col meccanismo di autorizzazione in vigore.

"L'Ue è la maggiore esportatrice di vaccini al mondo - ha affermato Spinant - e questa decisione è parte di uno sforzo più ampio dell'Ue per facilitare l'accesso equo ai vaccini di cui tutto il mondo ha urgentemente bisogno".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: