Obiettivo eliminare carenza abitativa entro 2030

Nell'Unione 700mila persone senza tetto o in alloggi inadeguati

Redazione ANSA

BRUXELLES - Non dovranno più esserci persone senzatetto in Europa nel 2030. È la richiesta di regioni e città, che insistono sul loro ruolo nella prevenzione del problema e che hanno chiesto maggiore sostegno alla Commissione Ue per combattere la carenza abitativa, nel dibattito di oggi alla plenaria del Comitato europeo delle Regioni.

Anche il commissario Ue per il Lavoro, Nicolas Schmit, è intervenuto: "Con la carenza abitativa in aumento, è urgentemente necessaria un'azione a livello europeo". Schmit, che pochi giorni fa aveva partecipato al primo incontro della Piattaforma europea per combattere la carenza abitativa lanciata a giugno dalla Presidenza portoghese del Consiglio e accolta con favore anche dagli enti locali, ha aggiunto che "l'Ue vuole affrontare questo problema a testa alta".

Secondo la Federazione europea delle organizzazioni nazionali che lavorano con le persone senzatetto (Feantsa) e la Fondazione Abbé Pierre, nel 2020 erano 700mila persone in Europa che dormivano all'aperto o in condizioni abitative di emergenza: un aumento del 70% negli ultimi 10 anni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: