Trasporti: Lega, con regole Ue rischio paralisi logistica

Interrogazione a Commissione contro regole trasporti eccezionali

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 17 NOV - "Con le nuove regole sul trasporto eccezionale si rischia una paralisi del settore e conseguenze nefaste su tutta la logistica, è necessario un intervento da parte del Governo e da parte dell'Ue". Lo affermano gli eurodeputati della Lega, Marco Campomenosi, Paolo Borchia, Massimo Casanova, e Danilo Oscar Lancini.

"L'emendamento che modifica la disciplina in materia, che prevede la riduzione dei carichi per assi e dei limiti di massa per i trasporti eccezionali, ha come conseguenza l'aumento del numero di camion richiesti per le operazioni di trasporto oggi eseguite e mette in difficoltà diversi settori manifatturieri che dovranno fronteggiare un rincaro dei costi di trasporto, oltre che un aumento delle emissioni", proseguono gli eurodeputati del Carroccio.

"Abbiamo scritto al ministro Giovannini e presentato un'interrogazione alla Commissione europea per chiedere un intervento, affinché ascoltino le richieste delle associazioni di categoria. In particolare per l'acciaio le problematiche, che abbiamo evidenziato in una missiva al commissario Breton, riguardano sia il trasporto che i contingenti tariffari: troppo poco acciaio sul mercato italiano e prezzi alle stelle, la Commissione europea riveda le quote di salvaguardia, altrimenti gli interventi legati a Pnrr e Superbonus saranno a rischio", concludono i quattro eurodeputati. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: