Molinari rimonta, Im e Ramey in testa a Las Vegas

Pga Tour, l'azzurro risale dalla 99/a alla 17/a posizione

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 09 OTT - A Las Vegas è arrivata la bella reazione di Francesco Molinari, risalito dalla 99/a alla 17/a posizione, con un totale di 134 (70 64, -8) colpi, nel secondo round dello Shirners Children's Open. In Nevada, nel terzo torneo del Pga Tour 2021-2022, con una prova bogey free chiusa in 64 (-7) e avvalorata da 7 birdie (di cui tre consecutivi alle buche 16, 17 e 18), il piemontese ha recuperato 82 posizioni e, a metà gara, è a sei colpi dalla vetta occupata dal sudcoreano Sungiae Im e dall'americano Chad Ramey, nuovi leader con 128 (-14).
    Sul percorso del Tpc Summerlin (par 71), dove il forte vento ha condizionato la gara, per la prima volta in 100 apparizioni sul Pga Tour, Im dopo 36 buche giocate è riuscito non solo a far registrare il suo miglior punteggio in carriera ma anche a mantenere intatto il suo score, senza commettere bogey. Al suo fianco c'è invece Ramey, tra i 'rookie' del circuito dove insegue il primo successo alla quinta presenza. In terza posizione con 129 (-13), ad un solo colpo dai leader, ecco gli statunitensi Adam Schenk e Sam Burns che, dopo la vittoria al Sanderson Farms Championship ora sogna il bis a Las Vegas per rinsaldare la sua leadership nella FedEx Cup (condivisa attualmente con Max Homa) e continuare a scalare posizioni nella classifica mondiale dov'è attualmente 18/o.
    Nella Top 10 dello Shriners anche Aaron Wise, 5/o con 130 (-12). E ancora: Matthew Wolff (runner up nel 2020) e il naturalizzato slovacco Rory Sabbatini (medaglia d'argento ai Giochi di Tokyo), tra i sette giocatori in 6/a posizione (131, -11). Tra i big è 13/o con 132 (-10) il sudafricano Louis Oosthuizen mentre il norvegese Viktor Hovland condivide la 17/a posizione, tra gli altri, con Francesco Molinari e il sudcoreano Sung Kang (da solo in testa al termine del primo giro. Più indietro l'americano Brooks Koepka, 30/o con 135 (-7) al fianco dello scozzese Martin Laird e del messicano Carlos Ortiz.
    Sono invece usciti al taglio alcuni protagonisti della vigilia come Webb Simpson, Rickie Fowler, Will Zalatoris, Harris English e Patrick Reed. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA