Marche

Capitale Cultura: Pesaro guarda a 50 Comuni provincia

Depositata manifestazione interesse per 2024, progetto plurale

(ANSA) - MACERATA, 23 LUG - Pesaro si candida a Capitale italiana della Cultura 2024. L'Amministrazione comunale ha presentato ufficialmente la sua manifestazione d'interesse, prima tappa "istituzionale" del percorso avviato da gennaio e che si concluderà a ottobre, con la consegna del dossier di candidatura al Ministero della Cultura. La strategia scelta presuppone "un percorso inedito e condiviso" con tutti i 50 Comuni della provincia, compresi Fano, recuperando elementi della sua candidatura per il 2023, e di Urbino, con cui Pesaro sta lavorando a un progetto condiviso per la candidatura a Capitale europea della Cultura nel 2033. "La corsa è iniziata - dice il sindaco Matteo Ricci - e la faremo insieme a tutti 50 Comuni della Provincia. Sarà una candidatura plurale e rappresentativa dell'intero territorio. È una scelta che in caso di vittoria ci permetterà di spalmare il budget della candidatura su tutti i Comuni. In caso contrario avremo confezionato un progetto forte da proporre ad altri enti. La candidatura rafforzerà l'identità di Pesaro e di un territorio che punta e investe sulla cultura come elemento di sviluppo, e che per questo vuole distinguersi". Secondo il vicesindaco Daniele Vimini "non sarà una gara di bellezza, lavoreremo invece sullo spirito, sull'energia, sulla visione dei pesaresi tutti.
    Gli strumenti scelti da Pesaro, Città Creativa Unesco per la Musica, sono il coinvolgimento attivo della cittadinanza; la costruzione di una rete fitta e trasversale di conoscenze e professionalità; l'inedito incontro dei settori produttivi dell'arte, del turismo sostenibile e della comunicazione sociale. Tra gli obiettivi della candidatura, c'è quello di stimolare l'imprenditorialità creativa. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie