Marche

Green pass: Schiavoni (Confindustria), non pronti al 100%

85%-90% lavoratori vaccinati.Possibili difficoltà i primi giorni

(ANSA) - ANCONA, 11 OTT - Il presidente di Confindustria Marche Claudio Schiavoni ritiene che si sia vaccinato "l'85-90% dei nostri dipendenti" e, pur essendo piuttosto ottimista, a pochi giorni dell'entrata in vigore dell'obbligo di Green pass sui luoghi di lavoro, ammette che "non siamo pronti al 100%. E' possibile che ci siano, soprattutto nei primi giorni, delle difficoltà, ma credo che poi arriveremo ad avere le cose sotto controllo". Un po' come è successo durante la pandemia, quando le aziende e le loro associazioni hanno elaborato rapidamente dei protocolli per il lavoro in sicurezza e poi li hanno applicati, Comunque, sottolinea, "non è il momento di abbassare la guardia". Schiavoni spera che la percentuale di lavoratori residua "decida di vaccinarsi" o quanto meno di sottoporsi al tampone per avere il Green pass, "perché mandare a casa delle persone non fa piacere". E rimarca che purtroppo "c'è anche chi non vuole né vaccinarsi né farsi il tampone". Sul fronte aziendale prevede maggiori difficoltà per le Pmi, "che hanno meno personale e quindi hanno figure multifunzione. Non è semplice, ad esempio, avere una struttura di 10 persone, tre delle quali senza Green pass che non possono lavorare". Le aziende di maggiori dimensioni invece "avranno più problemi nei controlli agli ingressi". L'importante però, conclude, è che "chi può si vaccini". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie