Liz Cheney rimossa dai repubblicani per le critiche a Trump

L'ex presidente: 'È una guerrafondaia'. Lei assicura che continuerà "a combattere le sue bugie'. Per la Casa Bianca è un attacco 'inquietante'

Liz Cheney, la terza carica del partito repubblicano alla Camera dei Rappresentanti del Congresso americano, è stata rimossa dal suo incarico per aver criticato l'ex presidente Donald Trump. "Continuerò a combattere le pericolosissime bugie dell'ex presidente Donald Trump", sono state le sue prime parole dopo il provvedimento. E immediato è arrivato anche il tweet di Trump: "Una leader mediocre, un importante argomento di conversazione democratico, una guerrafondaia, una persona assolutamente senza personalità o cuore", l'ha definita il tycoon.

Cheney in particolare ha più volte denunciato quelle che definisce le menzogne di Trump sulle elezioni presidenziali truccate e ha attaccato l'ex presidente per i sanguinosi fatti del 6 gennaio con l'assalto al Congresso. 

La portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, ha osservato che l'attacco del partito repubblicano a Liz Cheney "per il semplice fatto che dice la verità è inquietante". 

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie